ASSOCIAZIONE

    STATUTO

    COME ADERIRE

    DOVE SIAMO

    HOME
"GLI ANGELI DI GABRIELE"

L'associazione "gli Angeli di Gabriele" é nata nell'aprile del 2009 dai genitori di Gabriele, un bimbo che per l'estrema prematurità é affetto da cecità congenita.
Molto spesso un bambino con deficit visivo presenta un globale ritardo nello sviluppo psicomotorio dovuto alla minorazione visiva ma anche alla mancanza di mirati interventi educativi, riabilitativi e di supporto alla famiglia ed alle figure educative.
Scopo principale della associazione quindi é quello di promuovere e di nell'intervento precoce attuare iniziative finalizzate all'integrazione sociale ed educativa dei bambini con deficit visivo e con eventuali disabilità aggiuntive mediante:

a)corsi di formazione e/o aggiornamenti, convegni sul tema della disabilità visiva;
b)pubblicazione di riviste o libri;
c)promozione di progetti di ricerca scientifica;
d)promozione di incontri tra le famiglie;
e)inserimento scolastico attraverso corsi di braille.

Tra i principali progetti che "gli Angeli di Gabriele"" si prefigge di realizzare vi é la creazione di un Centro specifico e specializzato per bambini da 0 a 6 anni con disabilità visiva totale, parziale(ipovedenti) o associata ad altre difficoltà.
Attraverso alternanti fasi di valutazione /educazione/abilitazione, si punta allo sviluppo ed al potenziamento di ciascun bambino grazie a proposte riabilitative individuali ed individualizzate che tengano conto del grado di sviluppo, delle caratteristiche singole e delle peculiarità ambientali di ciascun partecipante.
Tra le attività proponibili nell'ambito dell'intervento precoce vi sono:

riabilitazione e stimolazione visiva: finalizzata a rendere il bambino ipovedente consapevole del proprio residuo visivo e capace di sfruttarlo al meglio;

fisioterapia: finalizzata a sostenere e facilitare l'acquisizione delle competenze motorie e la ricerca di strategie specifiche all'utilizzo del movimento nella vita quotidiana;

musicoterapica: utilizza il suono e la musica per facilitare la comunicazione con il bambino;

psicomotricità: centrata sul corpo del bambino, si propone attraverso il movimento ed il gioco di suscitare il piacere di scoprire se stesso e di relazionarsi con l'altro;

logopedia: finalizzata a promuovere la produzione verbale e di monitorare le funzioni proprie dell'alimentazione ( masticazione, deglutizione;)

stimolazione ed integrazione plurisensoriale: intesa come insieme di attività finalizzate ad aiutare il bambino a conoscere l'ambiente e a interagire con esso;

pre-autonomia personale e pre-orientamento:acquamotricita:intesa come attività che ha l'obbiettivo di accogliere il bambino in un ambiente che possa favorire il suo benessere psico-fisico, stimolando la propensione all'acqua.

pet-terapy:

intese come occasioni per avviare e monitorare lo sviluppo relazionale,ludico,cognitivo, motorio ed eventualmente visivo dei piccoli affinché siano in grado di acquisire conoscenze, fare esperienze.

A fronte di tutto ciò la creazione di un Centro specifico specializzato risulta essere un ottimo sostegno in quanto fornisce:

personale specializzato che ha l'occasione di lavorare anche in equipe per ampliare le osservazioni del piccolo; un punto di riferimento per i partecipanti ma anche nazionale per informazioni e consulenze; sede di corsi di formazione e/o aggiornamenti,convegni e/ o seminari sul tema della disabilità visiva; copertura di un servizio che purtroppo risulta carente in italia a fronte di una sempre crescente richiesta.